Commissione Speciale contro intolleranza e razzismo: riferimento Segretario Tonnini

Il Segretario di Stato per gli Affari Interni, Elena Tonnini, ha riferito in Commissione Consiliare Permanente circa lo stato di avanzamento dell'attuazione dell’Istanza d'Arengo n.1 (04-04-2021) che chiedeva di istituire una Commissione Speciale per il contrasto dei fenomeni di intolleranza e razzismo, istigazione all’odio e alla violenza con compiti di osservazione, studio, indirizzo e iniziativa
 

I Commissione Consiliare Permanente – seduta del 22 settembre 2022

 

On.li Consiglieri,
l’Istanza d’Arengo proposta dalla cittadinanza richiede l’istituzione di una Commissione Speciale, con compiti di osservazione, studio, indirizzo e iniziativa per il contrasto dei fenomeni di intolleranza e razzismo, istigazione all’odio e alla violenza.

In occasione dell’approvazione dell’Istanza in Consiglio Grande e Generale, ho tenuto a sottolineare che l’impegno della Segreteria di Stato per gli Affari Interni sarebbe stato quello di lavorare per l’attuazione della stessa nei termini previsti dalle Raccomandazioni dell’ECRI (Commissione Europea contro il razzismo e l’intolleranza), agendo quindi a livello normativo per implementare le deleghe e le competenze in capo ai membri della Commissione per le Pari Opportunità, fornendo tutti gli strumenti necessari per assicurarne l’efficacia e un maggiore impatto in termini di sensibilizzazione della cittadinanza affinché aumenti la consapevolezza su queste tematiche così delicate e determinanti per uno sviluppo armonioso e democratico della Repubblica.

 Le raccomandazioni n. 24 e n. 25 dell’ECRI, infatti, sollecitano San Marino a “istituire per legge un ente autonomo specializzato per combattere il razzismo e la discriminazione razziale a livello nazionale. La legge deve prevedere tra le competenze affidate a tale organo: l‘assistenza alle vittime, il potere di condurre indagini, il diritto di adire il tribunale e di intervenire nei procedimenti giudiziari, il controllo della legislazione e consulenze al potere legislativo ed esecutivo, la sensibilizzazione della società ai problemi legati al razzismo e alla discriminazione razziale e la promozione di politiche e pratiche miranti a garantire la parità di trattamento.” L’ECRI specifica inoltre che specifica che Qualora le autorità sammarinesi decidano di riformare la Commissione per le Pari Opportunità quale ente autonomo specializzato per combattere il razzismo e la discriminazione razziale, che la Commissione disponga di sufficienti risorse finanziarie e umane per poter soddisfare i compiti che le saranno conferiti dalla legge in modo adeguato ed indipendente.

 Lo spirito con cui il Congresso di Stato ha inteso approcciarsi all’Istanza d’Arengo, non è stato quello di limitarsi ad aggiungere una serie di funzioni in capo alla Commissione Pari Opportunità. Si è colta invece l’occasione per “mettere sul piatto” ed affrontare anche altre problematiche che già da anni ci vengono segnalate dalle organizzazioni internazionali e dagli attori interni al sistema sammarinese, inclusi i membri delle Authority e delle Commissioni.

Il Congresso di Stato quindi, attraverso la delibera 25 aprile 2022 n. 5, ha nominato un apposito gruppo di lavoro incaricato di predisporre un documento che, da un lato, fornisse elementi e valutazioni per l’integrazione delle funzioni in capo alla Commissione Pari Opportunità con riferimento alle attività di prevenzione e contrasto dei fenomeni di intolleranza e razzismo, istigazione all’odio e alla violenza, definendo altresì i requisiti dei membri della Commissione Speciale, la modalità di nomina, le competenze e gli obiettivi. Dall’altro lato, il Congresso ha richiesto al gruppo di lavoro di identificare un ufficio specifico da mettere a disposizione della Commissione e personale di segreteria dedicato, valutando l’opportunità di centralizzare i locali e l’ufficio di segreteria per provvedere anche alle necessità degli altri organismi preposti a temi etici e sociali (Comitato Bioetica, CSD ONU, Authority Pari Opportunità), a cui le normative già da anni attribuiscono il diritto ad avere una sede, personale dedicato ma che sono rimaste disattese. Qui si è colta l’occasione per colmare questa lacuna, valutando l’opzione di centralizzare sedi e personale.

Infine, al gruppo di lavoro è stato chiesto di effettuare valutazioni circa le risorse finanziarie da attribuire alla Commissione Speciale affinché la stessa possa soddisfare i compiti attribuiti dalla legge in modo adeguato e indipendente.

Il termine l’invio della documentazione al Congresso è stato fissato per il 30 settembre 2022: il gruppo di lavoro ha inviato il materiale nella giornata di ieri. Il Congresso quindi valuterà nei prossimi giorni il materiale pervenuto che, sono in grado già di anticipare all’Aula, non si limita ad assolvere ai compiti demandati dalla delibera ma compie una valutazione più ampia circa l’opportunità di un intervento legislativo complessivo che ridisegni entrambi gli organi – Authority e Commissione Pari opportunità – al fine di renderne la composizione e il funzionamento non solo conformi alle raccomandazioni internazionali ma anche più rispondenti alle concrete esigenze e ai compiti che gli stessi sono chiamati ad espletare e renderne, dunque, l’operato più efficace ed efficiente.

Sarà cura quindi delle Segreterie di Stato competenti (Interni, Esteri, Giustizia e Sanità) approfondire la documentazione e, tenendo conto delle raccomandazioni dell’ECRI nonché di quanto già previsto dalle normative vigenti, continuare il percorso che porterà alle modifiche normative.

Il Segretario di Stato
Elena Tonnini

 

LEGGI ALTRI INTERVENTI

POST PAGINA FB

 

 

 

 

Contatti Parva Domus - Piazza della Libertà 47890 - San Marino
segreteria.interni@gov.sm
Tel. +378 (0549) 882425
Fax +378 (0549) 885080
Orari di apertura Lunedì - Giovedì: 8.15 - 18.00
Venerdì: 8.15 - 14.15
Social