Segretario Tonnini su prevenzione corruzione: "San Marino compie spontaneamente passaggi di trasparenza, una bella novità."

Estratto intervento del Segretario di Stato per gli Affari Interni, Elena Tonnini, su quarto ciclo di valutazione GRECO-Gruppo di Stati contro la corruzione

 

Credo sia importante riportare l’attenzione sul report che il GRECO-Gruppo di Stati contro la corruzione ha stilato nei confronti della Repubblica di San Marino. Il Rapporto di Conformità del GRECO (organismo del Consiglio d’Europa), ha valutato le misure adottate dalle autorità sammarinesi per attuare le raccomandazioni formulate nel quarto ciclo di valutazione, ovvero il ciclo relativo alla “Prevenzione della corruzione nei confronti di parlamentari, giudici e pubblici ministeri”.

Si è molto parlato della riforma della giustizia – giustamente, considerata la portata storica degli interventi approvati - avanti ma credo sia importante ricordare che 6 delle 14 raccomandazioni del GRECO riguardavano appunto la prevenzione della corruzione nei confronti di parlamentari.

È importante parlarne perché si tratta di un passaggio che segna una forte discontinuità con il passato.  

Con la definizione di un Codice di condotta dei Consiglieri, le Istituzioni si prendono un impegno di trasparenza ben preciso nei confronti della popolazione, un impegno codificato sulla carta, non a parole.

Il Codice infatti riguarda i principi etici generali, gli omaggi o benefici analoghi, l’abuso delle informazioni e delle risorse pubbliche, i conflitti di interessi. Il codice prevede che i Consiglieri acconsentano tutti gli anni alla trasmissione della loro dichiarazione dei redditi. Ricordo che finora la pubblicazione della dichiarazione dei redditi dei Consiglieri avveniva solo al momento dell’elezione. Oltre ai redditi, il Codice di condotta prevede la trasmissione annuale:

  • della DAPEF (dichiarazione relativa alle attività patrimoniali, finanziarie e quote societarie detenute all’estero)
  • dei dati relativi alla posizione debitoria del Consigliere in Banca Centrale.  

Inoltre i membri del Consiglio Grande e Generale sono tenuti a dichiarare annualmente l’appartenenza ad associazioni, fondazioni, organizzazioni non governative o altre persone giuridiche, se possiedono azioni o quote nei trust, se ricevono sostegni finanziari da terzi. Tutte queste informazioni saranno pubblicate, ogni anno, sul sito del Consiglio Grande e Generale.

Siamo orgogliosi del lavoro svolto sia sulla riforma della giustizia, sia sul Codice di condotta dei Consiglieri. La relazione del GRECO su quest’ultimo punto è conseguente ad un intenso lavoro delle Segreterie di Stato ma anche dei tecnici, in particolare l’Ufficio di Segreteria Istituzionale – sezione Studi Legislativi, del Dipartimento Affari Istituzionali e della Direzione Affari Giuridici e di tutte le forze politiche di maggioranza e opposizione che hanno contribuito a raggiungere un testo condiviso e approvato all'unanimità in Consiglio Grande e Generale.

Nonostante la Repubblica di San Marino non sia partita dall’anno zero, l’adozione condivisa di nuovi strumenti regolamentari rappresenta un passaggio di consapevolezza importante nell’attuazione di un percorso culturale progressivo che, facendo tesoro delle esperienze maturate, deve continuare a coinvolgere le forze politiche e il governo. Nello spirito di piena applicazione della normativa, e nel rispetto del mandato che il CGG ha dato al governo, negli ultimi mesi è stato elaborato anche il Codice di Condotta dei Segretari di Stato, in linea con i principi contenuti nel Codice di Condotta del Consiglio Grande e Generale.

La delibera di adozione del Codice di condotta dei Segretari di Stato è stata approvata il 30 giugno scorso dal Congresso e quindi a breve sarà pubblico. Il codice dei Consiglieri e quello dei Segretari, non a caso, stanno procedendo in un percorso parallelo, confermando ed evidenziando la volontà del paese di non limitarsi a parlare di trasparenza ma di metterla in pratica in un cammino in cui, passo a passo, il paese progredisce mettendosi in discussione, ripensando le Istituzioni e soprattutto ripensando la partecipazione alle Istituzioni come l’abbiamo conosciuta finora. Questa tensione progressiva emerge proprio dall’adozione del codice di condotta dei Segretari di Stato attraverso cui San Marino dimostra di voler arrivare preparato al prossimo ciclo di valutazione del GRECO, il quinto ciclo, in cui oggetto di monitoraggio saranno proprio i governi centrali. Senza attendere future raccomandazioni da un organismo esterno, San Marino compie spontaneamente passaggi di trasparenza. E anche questa, è una bella novità.

 

San Marino, 11 luglio 2022/1721 d.F.R

Contatti Parva Domus - Piazza della Libertà 47890 - San Marino
segreteria.interni@gov.sm
Tel. +378 (0549) 882425
Fax +378 (0549) 885080
Orari di apertura Lunedì - Giovedì: 8.15 - 18.00
Venerdì: 8.15 - 14.15
Social